A

a

-

   

Contributo revisionale

Ogni società cooperativa, ai sensi dell’art. 8 del d.lg.c.p.s. 14 dicembre 1947 n. 1577 , nonché di quanto da ultimo previsto dal D.Lgs. n. 220 del 2002, è sottoposta alla vigilanza ed è tenuta a versare un contributo per le spese connesse con l’esercizio della revisione cooperativa.

Tale obbligo si estende a tutte le società cooperative, siano esse aderenti o meno ad una Associazione nazionale giuridicamente riconosciuta.

Le cooperative aderenti a Confcooperative Basilicata dovranno versare il contributo direttamente alla Confederazione Cooperative Italiane, a mezzo Bonifico bancario su c.c. n. 79369492, Poste Italiane, intestato a Confederazione Cooperative Italiane - Contr. Revisione, IBAN IT29 S076 0103 2000 0007 9369 492 - riportando nella causale: matricola, ragione sociale, biennio di revisione 2015/2016.

Si precisa che, ai sensi dell’articolo 42 della Legge 12 dicembre 2002 n. 273, il mancato rispetto della scadenza indicata comporta una delle seguenti sanzioni:

a) maggiorazione del 5% del contributo, oltre agli interessi legali, se il versamento sarà effettuato entro trenta giorni dalla scadenza;

b) maggiorazione del 15% del contributo, oltre agli interessi legali, se il versamento sarà effettuato oltre i trenta giorni dalla scadenza.


Nel caso di mancato, ritardato o insufficiente versamento la scrivente notificherà alla cooperativa inadempiente un atto di determinazione del contributo e adotterà le procedure più opportune a recuperare il relativo credito.
Le cooperative edilizie e i loro consorzi sono tenuti inoltre al pagamento di un ulteriore importo pari al 10% del contributo dovuto; tale importo va versato separatamente al Ministero dello Sviluppo economico mediante il modello F24 utilizzando il codice tributo 3011.